Confronta gli annunci

PUOI TROVARCI QUI

ORARI UFFICIO IMMOBILIARE SEBORGA

MATTINO

POMERIGGIO

orari immobiliare seborga

Dalle 9:30

Alle: 12:30

mattino seborga

Dalle 15:00

Alle 19:00

 IL PRINCIPATO DI SEBORGA E LA SUA STORIA

immobiliare seborga

SEPELGIUM o SOPELEGIUM per i romani, dopo il 400 fu chiamata Sepulchrum e nel 600, dagli Occitani, SPULGAS, oppure SPULGAS de SEBASTE.

Da tempo immemorabile luogo sacro ai Catari, che qui tumulavano anticamente i loro grandi sacerdoti, divenne feudo dei Conti di Ventimiglia.

Nel 700, da Carlomanno, fratello di Pipino il breve fu detto CASTRUM de SEPULCHRO. Nel 820 fu fatto impero per salvaguardare la GRANDE SACRA RELIQUIA e, da allora, i documenti ecclesiastici lo citano come LOCUS SANCTI SEPULCHRI; indi Castello dei Quattro Bastioni (poiché ha quattro porte di entrata) poi SEPOLCARO, SERPORCA, SEBARCO, SEBURCA.

Castrum De Sepulchro cum MERO et LIBERO IMPERIO, nel 954 fu ceduto al Marchese Guidone, Conte di Ventimiglia, ad Alberto, Abate del Monastero di Lerino, con l’ampio territorio annesso della Cappellania di San Michele, comprendente l’attuale Ventimiglia.

Nel 1079 fu confermato e riconosciuto Principato Imperiale del Sacro Romano Impero da Papa Gregorio VII e dall’Imperatore Arrigo IV.

Dal 1118, dopo che San Bernardo di Clairvaux (di Chiaravalle) istituì a Seborga i primi 8 cavalieri della Paupera Militia Christi, consacrati dal Principe Abate Edoard, il Principato divenne l’unico Stato Sovrano Cistercense del mondo sino al 20 gennaio 1729, quando il Re di Sardegna Vittorio Amedeo II tento di acquistare il Principato con un Atto redatto a Parigi e mai registrato né dal Regno Sardo né dalla casa Sabauda.

Il 24 dicembre 1666, il Principe Abate Cesare Bacillon, concede a Bernardino Bareste di Mugens la facoltà di coniare moneta in oro e in argento sia grandi che piccole “nel luogo della Seborga per un periodo di 5 anni, da smerciare nei paesi del levante e lontani, portanti come stemma lo scudo Abbaziale con Corona di Principe sovrano di Seborga al peso e bontà di quelle che sono in corso nei paesi vicini”. Nasce cosi la zecca di Seborga e le monete Seborghine vengono denominate i Luigini ed entrano in uso in tutta l Provenza.

Il principato di Seborga non annoverato tra i beni di casa di Savoia e non entrando a fare parte del regno sardo, nel 1748 non venne incluso fra territori della Repubblica Ligure come stabilito nel trattato di Aquisgrana.

Dal 1814, dopo il congresso di Vienna, libero da ogni annessione sovrana, passo sotto protezione del re di Sardegna: protezione poi portata avanti dai re d’Italia 1861 al 1946.

Nel 1946 i Franco-Anglo-Americani non hanno assegnato il territorio del Principato Sovrano di Seborga all’assemblea costituente che ha formato la repubblica italiana.

Il principato di Seborga rimane, pertanto, stato sovrano di diritto per diritto.

 

Redatto da Laura Di Bisceglie

REGIONE LIGURIA

Immobiliare Seborga è ubicata nella Liguria che è’ una regione dalle molteplici sfaccettature, diverse ma indissolubilmente unite fra loro per offrire un ricco panorama di opportunità a chi sceglie questa terra per trascorrere le sue vacanze.

Natura, mare, montagna, cultura ma anche divertimento e vita mondana: non c’è che l’imbarazzo della scelta.
La grande risorsa della Liguria è il mare, con le sue coste rocciose interrotte da piccole insenature dove trovano riparo graziose piccole spiagge di sabbia finissima.

Sanremo, la città dei fiori, nota per il Festival della canzone Italiana e per il Casinò, la raffinata Bordighera Alassio con i suoi 3 chilometri di spiaggia finissima,sono alcune delle “gemme” incastonate nella Riviera di Ponente.

Italiano IT English EN Français FR Deutsch DE Español ES
error: Il contenuto è protetto !!